Il film “Blow up” e l’ambiguità del reale.

Adattando il verbo inglese “to blow up” al gergo fotografico, ecco che possiamo figurarci la comune operazione di “ingrandimento” di una foto; quell’ operazione che consente di osservare più da vicino i dettagli, che permette di notare particolari altrimenti trascurabili, ma che rende il tutto meno nitido: più si esaspera in avanti il “ritaglio”, meno … Continua a leggere Il film “Blow up” e l’ambiguità del reale.

Il vero volto della “guerra”: Christopher Nolan racconta “Dunkirk” (NO SPOILER)

Dunkirk non è un film “di guerra”. Dunkirk è un film “sulla guerra”. Ed è proprio quella “guerra”, così spietata e spaventosa, a divenire protagonista assoluta dell’ultima pellicola di Christopher Nolan. Una guerra che rende difficile scorgere i volti dei suoi combattenti; una guerra in cui il nemico, che provenga dal cielo o che si … Continua a leggere Il vero volto della “guerra”: Christopher Nolan racconta “Dunkirk” (NO SPOILER)

L’ Odio – (La Haine)

Bianco e nero. Gli stessi colori del vecchio cinéma francese, ma con qualche aggiunta. Nella scena iniziale, si vede il Mondo riflesso in un liquido scuro; poi una bottiglia molotov. Tutto improvvisamente brucia. Sottofondo reggae: é "Burnin' and lootin'" di Bob Marley. Poi scene di repertorio. Proteste; scontri di piazza: buoni contro cattivi; i lupi contro le pecore. Un … Continua a leggere L’ Odio – (La Haine)

“Requiem for a Dream”: l’abisso della dipendenza

Un ago. Una pupilla dilatata. Poi l'estasi. Un loop pietoso che avviluppa tutta la pellicola. Un loop che arriva a toccare le paure; lo stomaco, il cervello. Diventa insopportabile; in alcune scene distolgo lo sguardo; guardo altrove: al mio braccio sano, senza lividi. "Requiem for a Dream", di Darren Aronofsky, viene presentato al Festival di … Continua a leggere “Requiem for a Dream”: l’abisso della dipendenza

Una settimana di… feste al cinema

Anche il mondo del cinema ha deciso di fare al suo pubblico qualche bellissimo regalo di Natale. Le feste natalizie del 2016 saranno un vero toccasana per i cinefili, che potranno passare letteralmente ogni giorno della settimana sulle poltrone dei multisala mangiando popcorn. Ecco i nostri suggerimenti sui film da non perdere, per passare delle … Continua a leggere Una settimana di… feste al cinema

L’universo immaginifico di Wes Anderson tra idiosincrasie, paradossi e atmosfere surreali

Negli ultimi giorni il corto realizzato da Wes Anderson per la pubblicità del brand H&M, dal titolo “Come Together”, ha letteralmente fatto il giro del mondo. Il protagonista di questo spot per la campagna pubblicitaria natalizia del brand, è Adrien Brody, capotreno che vuole far vivere il Natale ai passeggeri, nonostante il ritardo previsto. L’attenzione … Continua a leggere L’universo immaginifico di Wes Anderson tra idiosincrasie, paradossi e atmosfere surreali

“La Mafia Uccide Solo d’Estate”: la Mafia raccontata da Pif diventa Serie Tv su Rai1

-Arturo: La mafia ucciderà anche noi? -Papà: Tranquillo, ora siamo d'inverno. La mafia uccide solo d'estate. ("La Mafia Uccide Solo d'Estate", il film. 2013) Palermo, anni '70. Fiat 127, proverbi, pantaloni a zampa, cannoli siciliani. E Mafia. "La Mafia Uccide": una metà titolo che può essere già sufficiente. Un mezzo titolo solo per gli adulti, … Continua a leggere “La Mafia Uccide Solo d’Estate”: la Mafia raccontata da Pif diventa Serie Tv su Rai1

La “terza dimensione” del Torino Film Festival 2016.

Giunge alla 34esima edizione il Torino Film Festival, nella sua rassegna internazionale, quest'anno dedicata a David Bowie, dal 18 al 26 Novembre 2016, all'avanscoperta del cinema "parallelo" o del "non-cinema"; del metacinema. Del cinema per il sociale. Proprio oggi, Domenica 20 Novembre 2016, verrà presentato alle ore 18.00 all' Opposto di Piazza Vittorio 1, Kinosonic, un cineracconto … Continua a leggere La “terza dimensione” del Torino Film Festival 2016.

Pier Paolo Pasolini racconta il dramma: “Mamma Roma”.

Una motocicletta e i capelli al vento; l'amore per un figlio; uno sfondo fatto di periferia e di degrado morale e sociale. Pasolini nel suo secondo film dopo l'esordio de "L'accattone", cura la cronaca di una realtà ben lontana dalla borghesia e dalle ricchezze, in una sua personalissima scienza etica, lungi dall'essere fraintesa o ritrovata altrove. Mamma … Continua a leggere Pier Paolo Pasolini racconta il dramma: “Mamma Roma”.

Torna il Cinema2Day, il 9 novembre film a 2 euro: quali vedere

Ad essere sinceri, a noi il Cinema2Day non piace troppo. Come già scritto in un articolo precedente, per quanto l'idea del cinema a 2 euro sia succosa bisogna sempre considerare la calca, la fila, la ressa ai ristoranti et similia nei dintorni, specialmente se solo per sei giornate (il secondo mercoledì del mese da settembre … Continua a leggere Torna il Cinema2Day, il 9 novembre film a 2 euro: quali vedere