Il film “Blow up” e l’ambiguità del reale.

Adattando il verbo inglese “to blow up” al gergo fotografico, ecco che possiamo figurarci la comune operazione di “ingrandimento” di una foto; quell’ operazione che consente di osservare più da vicino i dettagli, che permette di notare particolari altrimenti trascurabili, ma che rende il tutto meno nitido: più si esaspera in avanti il “ritaglio”, meno … Continua a leggere Il film “Blow up” e l’ambiguità del reale.

Il vero volto della “guerra”: Christopher Nolan racconta “Dunkirk” (NO SPOILER)

Dunkirk non è un film “di guerra”. Dunkirk è un film “sulla guerra”. Ed è proprio quella “guerra”, così spietata e spaventosa, a divenire protagonista assoluta dell’ultima pellicola di Christopher Nolan. Una guerra che rende difficile scorgere i volti dei suoi combattenti; una guerra in cui il nemico, che provenga dal cielo o che si … Continua a leggere Il vero volto della “guerra”: Christopher Nolan racconta “Dunkirk” (NO SPOILER)

“Ferrara Buskers Festival 2017”: il palco degli “artisti di strada” più grande d’Europa

Se fino a qualche decennio fa, chi faceva “arte di strada” sembrava occuparsi di una indefinita (od indefinibile) attività, incomprensibile o non concepibile agli occhi del pubblico, non ben precisata o non ben “socialmente” qualificata, era facile arrivare a dover subire l’affibbiarsi di quella squallida etichetta di "bohémien squattrinato". Dunque se, alla luce di ciò, … Continua a leggere “Ferrara Buskers Festival 2017”: il palco degli “artisti di strada” più grande d’Europa

Tutti pazzi per il cinquino: la Fiat 500 compie 60 anni

Nell’ immaginario collettivo è da sempre considerata un simbolo di stile e spensieratezza; quel tettino retrattile e i capelli al vento; le gite fuori porta con gli amici; il mangiadischi, i pic-nic; le passeggiate romantiche con la dolce metà. Ha fatto sognare milioni e milioni di italiani, dai semplici lavoratori fino agli artisti, incentrando in … Continua a leggere Tutti pazzi per il cinquino: la Fiat 500 compie 60 anni

La “fotografia di strada” di Vivian Maier in mostra a Roma

La ormai celebre streetphotographer Vivian Maier sarà in mostra al Museo di Roma in Trastevere fino al 18 giugno 2017: l'esposizione comprende una collezione di 120 fotografie esclusivamente in bianco e nero realizzate a cavallo tra gli anni '50 e gli anni '60, insieme ad un'altra selezione di foto a colori scattate durante gli anni '70, e … Continua a leggere La “fotografia di strada” di Vivian Maier in mostra a Roma

L’ Odio – (La Haine)

Bianco e nero. Gli stessi colori del vecchio cinéma francese, ma con qualche aggiunta. Nella scena iniziale, si vede il Mondo riflesso in un liquido scuro; poi una bottiglia molotov. Tutto improvvisamente brucia. Sottofondo reggae: é "Burnin' and lootin'" di Bob Marley. Poi scene di repertorio. Proteste; scontri di piazza: buoni contro cattivi; i lupi contro le pecore. Un … Continua a leggere L’ Odio – (La Haine)

L’eleganza di Lady Diana in mostra al Kensington Palace di Londra

Una delle donne più eleganti della nostra epoca; una regalità dosata tra eccellenze di Palazzo e una vita quotidiana fatta di eventi benefici e di incontri politici, umanitari e religiosi. Lady Diana alter ego di Diana Spencer, ruppe i dogmi, quello charme di plastica, quella compostezza scialba da "ordinaria" principessa reale, andando oltre gli schemi … Continua a leggere L’eleganza di Lady Diana in mostra al Kensington Palace di Londra

Gli anni ’60, e quella minigonna sempre più corta.

Svasata, tartan, a tubo, plissè, mini, midi, denim, pelle, patterned. Che vi piaccia o no, il tempo e le epoche la confermano ancora come il capo d'abbigliamento più sexy che una donna possa indossare. Ma andiamo oltre. Al di là delle mode e dei culti, la minigonna nacque in un contesto in cui esplodeva la guerra del Vietnam, Martin … Continua a leggere Gli anni ’60, e quella minigonna sempre più corta.

Due passi nel Quartiere Coppedè

Come è bello perdersi per Roma. Mi ricorda tanto quel Gep Gambardella de "La Grande Bellezza", anima errante e irrisoluta, che si ritrova a girovagare senza meta tra le strade di una città addormentata, illusa, giocosa; affascinante ma al tempo stesso corrotta, come una donna arresa ma pur sempre bellissima. Roma è ciò di cui … Continua a leggere Due passi nel Quartiere Coppedè

“Requiem for a Dream”: l’abisso della dipendenza

Un ago. Una pupilla dilatata. Poi l'estasi. Un loop pietoso che avviluppa tutta la pellicola. Un loop che arriva a toccare le paure; lo stomaco, il cervello. Diventa insopportabile; in alcune scene distolgo lo sguardo; guardo altrove: al mio braccio sano, senza lividi. "Requiem for a Dream", di Darren Aronofsky, viene presentato al Festival di … Continua a leggere “Requiem for a Dream”: l’abisso della dipendenza