5784-9936199-42_Flowered_jpg.jpgAbbiamo intervistato per voi Lara Kankoul, fotografa libanese, classe ’87. Istrionica, onesta e sognatrice. I suoi progetti, dal 2008, non hanno smesso di stupirci e trasportarci in un’altra dimensione. Un universo immaginifico, pieno di contrasti, e riflessioni. Laureata in Scienze Economiche all’American University di Beirut, non è riuscita ad abbandonare la sua vera passione: la fotografia. E, per questo, noi la ringraziamo.

5784-12471379-mug_shotx_jpg
Lara Zankoul, Photo credit: Cathy Le Than

 

Ciao Lara,

Grazie mille per questa intervista, è un grande piacere per me.

5784-9936366-cencorship_jpg

 

 

 

Il tuo lavoro è unico: tra reale e surreale. Scopriamo qualcosa in più sulla tua arte…

Da quanto sei una fotografa?

Ho iniziato a lavorare come fotografa circa 8 anni fa. E sono passata gradualmente dal fotografare persone ed eventi, ad avere miei personali progetti e un mio studio.

Cosa ho chi ti ha iniziata al mondo della fotografia?

Onestamente, l’ho sempre amata, ma ero un po’ restia ad avventurarmi in campo artistico. Ma ho preso coraggio e ho deciso di fare ciò che amo. Quando ho iniziato a lavorare, nel 2008, mi sono regalata una macchina fotografica. E tutto è iniziato.

Se dovessi scegliere una parola per descrivere il tuo lavoro, quale sarebbe?

Penso che sceglierei: indagatore e surreale.

Il tuo lavoro è estrememente evocativo. Suggerisce una storia, una narrazione. Quale è l’obiettivo di questo viaggio?

Penso che la vita ispiri l’arte e l’arte ispiri la vita. Uso questo nel mio lavoro. Condivido le mie esperienze attraverso la fotografia e lascio che l’arte mi guidi nella vita.

Riesci a superare la barriera del reale con i tuoi scatti, ma al tempo stesso, usi molti elementi che fanno parte della realtà. Ti piace giocare con i contrasti?

Si, molto. Mi piace sfidare la realtà mischiandola con la finzione, e viceversa. Gli elementi della vita reale possono aiutarci a creare un nuovo universo, ma questo universo è anche lo spazio nel quale torniamo per riflettere sulla nostra realtà.

Come descriveresti il tuo stile inimitabile?

Il mio stile è surreale, onesto, riconducibile.

Quale è l’accessorio tecnologico a cui non rinunceresti mai?

Questa è una domanda difficile! Oltre alla mia macchina fotografica, penso che non rinuncerei mai ai miei hard disk! Contengono i file più preziosi per me. 

Quale ambizione fotografica non hai ancora raggiunto?

Ci sono alcune gallerie in cui mi piacerebbe che i miei lavori fossero esposti. Ciò richiede tempo e fatica, ma spero di farcela.

Adesso raccontaci qualcosa in più su di te…

5784-9936156-18_the_noone_jpgQuanto della tua vita c’è nelle tue fotografie?

Le mie esperienze di vita ispirano la mia fotografia. La maggior parte delle volte, le mie riflessioni sulla realtà, le mie paure, sono tutte parte del processo creativo. Vengono artisticamente traslate nel lavoro che produco. Ma alcune volte, creo basandomi su cose che sono esterne a me. Alcune volte sono ispirata dalla realtà degli altri.

Dove è casa per te e dove vorresti vivere?

Penso che casa sia il Libano. È da dove provengo, dove sono i miei amici e la famiglia, dove nasce la mia cultura e ispirazione. Ma amo visitare e vivere per alcuni mesi in paesi differenti, mi piace esplorare posti nuovi e conoscere nuove culture. E se dovessi trasferirmi altrove, penso che andrei a Londra o nei paesi dell’Europa dell’Est. Amo il freddo! 

Cosa ti ispira nel creare questo immaginario?

Il mio amore per ciò che è visivo e il potere della fotografia. Penso che il potere che emana dal combinare tali elementi mi faccia andare avanti. 

E ora dicci il/la tuo/a preferito o più ispirante:

Canzone: Kerala (Bonobo)

Film: Wicker Park (Pul McGuigan)

Libro: L’insostenibile leggerezza dell’essere (Milan Kundera)

Se tu fossi…chi saresti?

Fotografo: Tim Walker

Artista: Berndnaut Smilde

Personaggio storico: Amelia Earhart

Lara Zankoul between dream, surrealism and contrasts

5784-9936318-41_The_Zoo_jpg.jpgWe interviewed Lara Kankoul, Lebanese photographer, class of ’87. Histrionic, honest and dreamy. Her projects, since 2008, have not ceased to amaze us and transport us into another dimension. An imaginative universe, full of contrasts and reflections. Graduated in Economics at the American University of Beirut, she failed to give her true passion: photography. And, for that, we thank Her.

Hi Lara,

thank you very much for this interview, it is a great pleasure for me.

Your work is unique: between surrealism and reality. Let me ask you something about your art…

How long have you been a photographer?

I have started working as a photographer about 8 years ago. And gradaually went from photographing people and events, to having my own projects and now my own studio.

What or who got you started in photography?

Honestly, I always loved it but was a little resilient to venture into an art field. But i took a lead of faith and went for what I love. When I started working, back in 2008, I offered myself a camera. And it all began.

If you had to choose one word to describe your work, what would it be?

I think, I would go with: Inquisitive and surreal

Your work is highly evocative. It suggests a story, a narration. What is the purpose of this journey?

I believe life insipires art and art inspires life. I use this in my work. I share my experiences through my photography and let art guide me in life.

You overcome the barriers of reality with your shots but at the same time you use many elements that are part of it. Do you like playing with contrasts?

I do, I really enjoy challenging reality by mixing it with fiction, and vice versa. Real life elements can help us create a new universe, but this universe is also a space in which we go back to reflect on our reality.

How would you describe your inimitable style?

My style is surreal, honest, and relatable.

What is the technological accessory that you never give up?

This is a hard question!? Besides my camera, I think I would not give up on my hard drives! They contain the files that are most precious to me.

What photographic ambitions have you not yet achieved?

I have a few galleries that I would love to have my work in. This will require time and effort, but I hope I can make it.

Now tell us a little bit more about yourself…

How much of your life is in your photographs?

My life experiences inspire my photography. Most of the time, my reflections on our reality, my fears, they are all part of my creative process. They get translated artistically into the work I produce. But sometimes I create based on things that are external to me. Sometimes I get inspired by others’ reality.

Where is home for you and where would you like to live?

I believe home is Lebanon. it is where I am from, where my friends and family are, where my culture and inspiration is. But I do like to visit and live for a couple of months in different countries, I like experiencing new places and meeting new cultures. And if I would like to live elsewhere, I think I would go to London or eastern European countries. I love cold weather!

trianglex_What inspires you to create such great imagery?

My love for all that is visual and the power of photography isnpire me to create such imagery. I think the power that emmantes frmo combining these two keeps me going.

 

 

Tell us your favorite/most inspiring:

Song: Bonobo’s Kerala

Movie: Wicker park

Book: The Unbearable Lightness of Being (Milan Kundera)

If you were a…who would you be?

Photographer: Tim Walker

Artist: Berndnaut Smilde

Historical character: Amelia Earhart

 

Photo Credit: Lara Zankoul

Web Site: Lara Zankoul

Facebook: https://www.facebook.com/larazankoulphotography/?ref=page_internal

 

 

2 thoughts on “Intervista a Lara Zankoul: sogno, surrealismo e contrasti della fotografa libanese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...