Ci piace parlare di arte e di cinema con passione, persino con un pizzico di leggerezza, ma non sarà questo il caso. Questa vuole essere una denuncia cruda, come crude sono le immagini che seguiranno, perché Bernardo Bertolucci e Marlon Brando hanno molestato sessualmente Maria Schneider in un film che di artistico ha molto poco.

Bertolucci, celebre artista multipremiato per i suoi film considerati veri e propri pezzi d’arte (per citarne qualcuno: “Ultimo Tango a Parigi”, “Io Ballo da Sola” e “The Dreamers”) e idolatrato dalla critica, ha confessato nel corso di un’intervista, riportata dalla rivista inglese Elle il 3 dicembre, di aver costretto l’attrice allora diciannovenne Maria Schneider a un rapporto anale non consensuale (simulato, ma comunque assolutamente privo dell’autorizzazione dell’attrice) con Marlon Brando durante le riprese del film “Ultimo Tango a Parigi”, per ottenere “la sua reazione come ragazza, non come attrice. Volevo si sentisse realmente umiliata“. Poco importano le parole aggiunte dal regista, che dichiara di essere consapevole di essersi comportato in modo orribile nei confronti della ragazza non spiegandole cosa sarebbe accaduto in quella scena.

25ce25a725cf258925cf258125ce25af25cf25822b25cf258425ce25af25cf258425ce25bb25ce25bf

Il film ha suscitato sin dalla sua uscita grandi polemiche in Italia, censurato nel 1976 e ripubblicato nel 1987. La notizia ha suscitato la profonda indignazione di molte altre star di Hollywood: “Per tutte le persone che amano questo film, state vedendo una ragazza di 19 anni violentata da un uomo di 48. E il regista aveva pianificato l’aggressione“, twitta Jessica Chastain, a cui si aggiungono anche le condanne di Chris Evans, Anna Kendrick e altri artisti. “Dovrebbe finire in prigione. Non guarderò più questo film, va oltre il disgusto, provo rabbia“, grida il protagonista di Capitan America. “Dovrebbero revocargli tutti i premi“, “il crimine non è arte“, “la Schneider aveva dichiarato tutto questo anni fa“, sono le altre voci sollevate. Anche l’attrice Evan Rachel Wood si è unita al coro contro le violenze dopo essersi recentemente dichiarata vittima di due stupri: “una cosa straziante e oltraggiosa: quei due erano malati per pensare che la cosa potesse funzionare“, riferendosi a Marlon Brando e Bernardo Bertolucci.

la-scena-del-burro-in-ultimo-tango-a-parigi

Maria Schneider morì nel 2011 per un tumore, debilitata dai problemi di una vita di tossicodipendenza. Nel 2007 disse al Daily Mail: “Mi sono sentita violentata, porto ancora le sofferenze di qualche scena. Bertolucci nei momenti di crisi non è mai corso in mio aiuto. E nemmeno Brando, dopo aver girato quella scena, mi consolò né chiese scusa“. Bertolucci oggi rimpiange quelle mancate scuse, ma la bassezza morale, il disgusto, la perversione e la pericolosità di questo regista, che oltre a suggerirgli l’idea dello stupro gli hanno impedito di fare ammenda in 35 anni, rimangono un dato di fatto.

ultimo-tango-en-paris

Foto: serie di fotogrammi tratti dal film “Ultimo Tango a Parigi”

3 thoughts on “Se lo stupro diventa arte – Le confessioni di Bertolucci

  1. Pur amando il cinema ed avendone una discreta conoscenza questo non lo sapevo. Non ho mai visto la scena ma neppure la versione del film tagliata. Per principio non vedo film che fanno parlare di se per un particolare più che per la totalità. Ora che che ci penso questo “signore” aveva girato scene morbose anche in altri suoi film. Le foto che pubblichi completano l’articolo e sottolineano l’estrema gravità del tema ma forse sarebbe meglio toglierle. Perdonami la schiettezza.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...