Quest’anno per il celeberrimo “Calendario Pirelli” 2017, vanno in pensione “Miss Coscia-Lunga”, virtuosismi Photoshop  e make-up spettacolari.

Il nuovo “The Cal Pirelli” 2017, firmato Peter Lindbergh, presentato recentemente a Parigi, è intitolato “Emotional” e popone di spogliare, invece dei seni, l’anima e la natura più intima di grandissime attrici hollywoodiane: da Uma Thurman a Penelope Cruz, Nicole Kidman, Rooney Mara, Charlotte Rampling, Julianne Moore, Zhang Ziyi; e una meravigliosa Kate Winslet.

Un inno all’emozione più privata, soave, autentica, pura; celebrata magnificamente con una potenza artistica fuori dagli stereotipi; quasi in una sottile provocazione.

In particolare, la scelta del black and white, per una volta un po’ meno bressioniano e più personalizzato, individuale, inquadrato su sfumature e su giochi cromatici di ombre e vignettature, focalizza tutta l’attenzione sullo sguardo e sull’anima delle sue protagoniste, allontanandosi da quella realtà, che di reale possiede poco:

“un calendario che parla di individualità, di coraggio di essere se stessi, e di sensibilità” 

( Peter Lindbergh)

calendario-pirelli-2017-gli-scatti-in-bianco-e-nero-firmati-lindbergh

(Julianne Moore in The Cal 2017)

Il The Cal di quest’anno, testimonia come non mai, il suo obiettivo di realizzare un’opera artistica non incentrata su corpi perfetti e su profili sterili, ma sulla delicatezza di quell’emozione che è capace di spogliare l’anima dei suoi soggetti, i quali diventano, quindi, “più nudi del nudo”, così come rivelato dal fotografo.

Giunto alla 44esima edizione, il nuovo Calendario Pirelli, racconta in modo esclusivo, come un fotografo amante del cinema, possa diventare quasi un “confessore” scrupoloso e sofisticato, nel ritrarre, con semplicità, la bellezza interiore.

A queste eccezionali protagoniste, si affianca anche Anastasia Ignatova, docente di Teoria Politica presso la State University di Mosca.

Una Thurman ha descritto così l’esperienza:

“Come un’intervista con la macchina fotografica”

uma-thurman-pirelli-nocrop-w840-h1330-2x

(Una Thurman durante lo shooting)

Da queste foto trapela l’anima nascosta di ogni donna protagonista della sua stessa esistenza, come della sua propria emotività, fragilità, tristezza; in una veste in cui, come non mai, gli occhi diventano lo specchio dell’anima.

La grande maestria di Peter Lindbergh è stata proprio quella di ritrarre senza veli e senza artifici tecnici, la bellezza pura, senza inganni, senza maschere o costumi, collocandosi da una prospettiva il più possibile prossima ai volti delle sue attrici, ritraendo in modo fedele le espressioni, come le rughe e i segni del tempo, senza veli, e levando in alto, quell’ idea di bellezza che si allontana dalla perfezione vuota e infeconda:

“Ho cercato di avvicinarmi a loro il più possibile, per fotografare una bellezza diversa, più intima e meno connessa alla perfezione stereotipata che ci viene proposta quotidianamente”

(Peter Lindbergh)

pirelli-11

(Kate Winslet in The Cal 2017)

Liberare le donne dai lacci, dai vincoli, dalle catene dei media, della società, di quelle televisioni che le vogliono a tutti costi belle, perfette, impeccabili. Come se la bellezza fosse un’utopica ed eterna giovinezza, dai tratti seducenti e turgidi.

Quella bellezza malata, irraggiungibile; che schiavizza e che opprime: quella della chirurgia plastica, o meglio, della “chirurgia di plastica”.

Il fotografo, ha già illustrato ben due precedenti edizioni del Calendario Pirelli. Già nel 1996 nel deserto del El Mirage, in California, e nel 2002 a Los Angeles, negli studi della Paramount Pictures. 

Per l’edizione del 2017, ha curato gli scatti tra maggio e giugno dell’anno corrente tra diverse città e location: Berlino, Los Angeles, New York, Londra e la spiaggia francese di Le Touquet. Il risultato è un calendario di 40 foto di ritratti stretti, ma anche di ambienti, realizzati in studio come tra le vie metropolitane, tra fast food e alberghi decadenti; dal teatro Sophiensaele di Berlino, ai tetti di New York.

Un lavoro eccezionale firmato da un grandissimo fotografo come Peter Lindbergh, che da sempre riesce a cavalcare l’onda delle mode e delle tendenze con un gusto diverso e fuori dagli schemi.

calendario_pirelli_2017_fermo_imm

(Peter Lindbergh durante lo shooting)

Foto: Quotidiano.net; stranotizie.it; adnkronos.com; gazzetta di Parma; Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...