“Arte” e “Amore” sono parole a cui è difficile dare una definizione precisa. Una cosa però è sicura: tanto l’arte quanto l’amore sono capaci di lasciare a bocca aperta, con il respiro sospeso a metà per l’emozione; sanno colpire dritto al cuore, combattere per degli ideali, mostrarsi nella loro magnificenza ed elevarsi sopra le folle – talvolta rimanendo sotto i piedi della gente, come una distesa di libri e luci sull’asfalto di Toronto.

Nel mese di ottobre si è parlato molto di due progetti straordinari nati dalle bellissime menti degli artisti Julien NonnonCamille Hong Xin e attuati per le notti bianche di Parigi e Toronto: “Le baisier”, una raccolta di ritratti di baci proiettati sui muri di Parigi, e “Literature vs Traffic”, una sfilza di libri illuminati da piccole lampadine disposte sulle strade di Toronto.

Julien Nonnon ha voluto dedicare all’architettura parigina una preziosa installazione digitale proiettando sugli edifici della città ritratti di baci liberi da etichette e pregiudizi: coppie etero e omosessuali senza distinzione di sessi, età, personalità, mosse solo dall’amore che le unisce, ritratte in momenti teneramente intimi. Rimanendo a guardarle così chiare e grandi nella notte non si può non sognare con gli stessi occhi dell’artista, sentendosi quasi un po’ ladri di quella dolcezza. Con “Le baisier” la street art assume una nuova sfumatura innovativa, tecnologica e poetica, capace di far alzare lo sguardo e di avvolgere il cuore.

slide_505718_7067118_free

slide_505718_7067076_free

slide_505718_7067080_free

slide_505718_7067086_free

slide_505718_7067090_free

Sopra: alcuni ritratti dell’installazione “Le basier” di Julien Nonnon. Fonte: huffingtonpost.it

L’opera “Literature vs Traffic” di  Camille Hong Xin non sfigura a confronto: Hagerman Street, strada principale di Toronto solitamente intasata dalle auto, è stata ricoperta da migliaia di libri aperti e completamente a disposizione dei lettori che hanno persino potuto portar via i volumi. Ideata per sensibilizzare la popolazione sul problema del traffico, l’installazione è stata realizzata prima a Madrid, poi a New York – illegalmente – e Melbourne, prima di arrivare nella città canadese. L’impatto visivo è stato stupefacente: insieme ai libri sono state disposte sull’asfalto migliaia di piccole lampadine a illuminarli, formando un tappeto di carta e inchiostro in un clima magico.

diciotto-1orig_main

diciasette-1orig_main

dodici-5orig_main

Sopra: i libri e le luci dell’installazione “Literature vs Traffic” di Camille Hong Xin. Fonte: tpi.it

 

English version

Art at the white nights: kisses on the walls in Paris and books on Toronto’s asphalt 

“Art” and “Love” are words hardly definable. One thing is sure: both art and love are able to leave wide-mouthed and breathless, to strike right at the heart, to fight for an ideal, to shine magnificently and to elevate themselves beyond masses – sometimes staying under people’s feet, as a myriad of books and lights on Toronto’s asphalt.

During October we heard about two extraordinary projects born by the beautiful minds of the artists Julien Nonnon and Camille Hong Xin. The two installations had been realized in occasion of the white nights in Paris and Toronto: “Le baisier”, a collection of portraits of people kissing projected on parisian walls, and “Literature vs Traffic”, a multitude of books enlightened by small light bulbs on Toronto’s main street.

Julien Nonnon dedicated his precious digital installation to the parisian architecture projecting on the buildings portraits of kisses free from labels and prejudices: etero and gay couples, with no distinction in sex, age, personality, just moved by love bonding them and portrayed in tender and intimate moments. Staring at them, so bright and immense in the night, it is easy to dream with the artist’s eyes. In “Le baisier” street art acquires a new, innovative, technological and poetic shade, able to raise people’s look and warmly wrap their heart.

The work “Literature vs Traffic” by Camille Hong Xin has no less value: Hagerman Street, Toronto’s main street usually congested, had been covered by thousands of open books totally at reader’s disposal. People could even just take the books. Created in order to sensitise the population to the issue of traffic, the installation had been earlier realized in Madrid, New York – unlawflly – and in Melbourne. The visual impact had been stunning thanks to the light bulbs located among the books, generating a giant magic carpet of paper and ink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...