Giunge alla 7a edizione il fortunato Outdoor Festival, progetto nato nel 2010 dall’iniziativa di NUfactory, con l’obiettivo di dare vita ad un’esperienza culturale collettiva e accessibile a tutti. L’allestimento di quest’anno gravita attorno al concetto di confine, con l’intento di superarlo, andando, appunto, oltre. Gli artisti si sono confrontati con tale sfida, sia ad un livello fisico, interagendo con spazi e supporti spesso diversi da quelli abituali; sia ad un livello metafisico, integrando nell’opera stessa una riflessione sull’idea del beyond opposta a quella di limite.

Le prime quattro edizioni dell’iniziativa artistica, 2010-2013, punto di partenza di un progetto di riavvicinamento tra le varie stratificazioni dell’urbe, hanno segnato in qualche modo il passaggio della street art dall’underground all’outdoor, dedicandosi alla riqualificazione dei quartieri romani Ostiense e Garbatella. Progetto grandioso, e riuscito, di connessione tra arte e città, artisti e fruitori, che ridefinisce le geometrie urbane ed inizia ad abbattere confini, reali o meno, inserendo la capitale nel contemporaneo panorama artistico europeo.

La quinta edizione segna un ulteriore passo avanti, non a caso il titolo della rassegna 2014 è, appunto, Moving Forward: 15 artisti internazionali vengono invitati a ridare vita agli oltre 5000 mq della vecchia Dogana di Roma, quartiere San Lorenzo, chiusa da oltre quattro anni. Il Festival rimane idealmente outdoor, ma si trasferisce negli spazi chiusi dell’ex Dogana, che gli artisti hanno il compito di riconvertire, portando le loro abilità dalla strada ad uno spazio interno, sfruttandone le caratteristiche e senza perdere l’estemporaneità del loro stile. Moving Forward annuncia, eliminando ogni dubbio, l’imposizione nel panorama romano dell’arte urbana, visceralmente connessa con il teritorio e offerta agli abitanti in maniera genuina e trasversale.

L’anno successivo, NUfactory traccia, con ancor maggior precisione, l’identità dell’Outdoor Festival, proponendosi una nuova sfida: innovare e rianimare gli spazi, oltre 70000 mq, dell’ex Caserma di via Guido Reni. Per l’occasione, con la collaborazione del Comune e la cooperazione delle ambasciate di provenienza, sono chiamati 17 artisti internazionali. La location non accoglie solo arte, ma anche musica, cinema, ospiti con cui dialogare. Si dà vita ad un ambiente di ampio respiro, dimanico, stimolante.

La manifestazione artistica assurge, dunque, con le ultime edizioni, a protagonista di un vero e proprio cambiamento urbanistico-culturale, facendo registrare, con azioni temporanee, la riattivazione di spazi in disuso, isolati e isolanti della realtà sociale, rendendoli nuovamente punto di incontro e aggregazione.

Quest’anno si va oltre. Beyond, titolo programmatico ed evocativo, vuole portare avanti il progetto materiale ed emozionale di riconversione ed evoluzione della realtà urbana. Anche quest’anno è l’Ex Caserma Guido Reni ad ospitare la rassegna, dal 1 al 31 ottobre, ogni venerdì, sabato e domenica del mese. L’idea di andare oltre si concretizza nelle molteplici declinazioni del festival 2016: arte, cinema (sono previste proiezioni sul tema della Urban Culture ogni domenica), musica, conferenze, eventi “collaterali”. Esperienze complementari e interconnesse, che imprimono voglia di movimento, cambiamento; e così, insieme, rappresentano perfettamente la realtà contemporanea del contesto urbano e dei caratteri umani. Isolamento, labirinti, perdita, fatalità, fede, solitudine, indifferenza, ostacoli, stereotipi, progresso, vuoto, scontri, incontri, desolazione, romanticismo; metafore di vita vissuta e subita.

Molti degli artisti che si sono messi alla prova per questa edizione 2016 e dei quali si possono ammirare le opere, appartengono allo scenario nazionale: Alex Fakso, Joys, Tellas, Virgilio Villoresi e Vlady; è presente inoltre un padiglione, Waves, a cura dello IED di Roma, in collaborazione con Quiet Ensamble. Non mancano, poi, rappresentanti internazionali: il norvegese AFK (Away From Keyboard), lo statunitense Craig Costello (a.k.a. KRINK), l’argentino Felipe Pantone, il francese Honet, il britannico MOBSTR, il collettivo di San Pietroburgo TUNDRA e la crew di writers russi Kuril Chto (http://www.out-door.it/festival/beyond/)

L’oltre non è solo nelle opere esposte e nella loro irrogazione intermodale; è anche nei progetti, definiti special, paralleli all’iniziativa espositiva. Si tratta di 5 format speciali, alcuni propedeutici al Festival stesso, come l’Outdoor Camp: 9 incontri con quattro artisti, un fotografo e due producer musicali che si sono svolti durante il mese di Settembre; l’Outdoor Lab con cui è stato indetto un concorso, rivolto a studenti di architettura e di design, per progettare e realizzare l’allestimento di uno dei padiglioni dell’ex Caserma, vinto da Xavier Delanoue con il progetto “Nube”. Altro formato speciale e parallelo è quello su cui si muove l’Outdoor Project che dà la possibilità di seguire il percorso del progetto su una piattaforma di condivisione virtuale, Google Arts & Culture, app scaricabile su Ios e Android. Inoltre è possibile accedere all’Outdoor Shop dedicato alla vendita di oggetti recuperati nella stessa Ex Caserma, restaurati nel rispetto della loro identità. Infine l’Outdoor Off prevede, contemporaneamente all’esposizione, eventi in varie parti della città: il 5 ottobre Palazzo Velli Expo ha ospitato OZMO, mentre il 26 ottobre accoglierà Massimo Buccilli e Massimo Scognamiglio, nell’unitaria identità di BUSCO. Il Teatro Tor Bella Monaca ha riservato per il mese di ottobre una programmazione dedicata ad artisti e spettacoli del panorama italiano ed internazionale. Infine, per venerdì 14 ottobre, è prevista a Palazzo Velli Expo, una serata organizzata da Micröclub con gli Half Baked.

Per ulteriori info: http://www.out-door.it

Per il programma completo: http://www.out-door.it/festival/programma/

img_6918-1

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...