Il 29 Settembre 2016 inaugura al Chiostro del Bramante “LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore”, che sarà ospitata fino al 19 Febbraio 2017. La mostra è a cura di Danilo Eccher, che ha dedicato all’arte tutta la vita. L’obiettivo del curatore e critico d’arte italiano, è quello di affrontare il tema dell’amore senza scivolare nel banale, ma in maniera profonda. Ed è questo il criterio di cui si è servito per selezionare le circa 40 opere protagoniste. La mostra è prodotta da DART-Chiostro del Bramante ed Arthemisia Group.

Il Chiostro del Bramante è situato al centro di Roma, all’interno della chiesa di Santa Maria della Pace, in cui si possono ammirare le Sibille di Raffaello; poco distante da piazza Navona, è la prima opera romana di Donato Bramante, che ci ha lasciato uno straordinario esempio di arte rinascimentale. Nel 2017, festeggerà i 20 anni dal restauro, terminato nel 1997, che ha dato il via all’affermazione del Chiostro nel panorama artistico della capitale. Questo, è infatti diventato un punto di riferimento nella rete artistica nazionale ed internazionale, ospitando mostre ed eventi raffinati e di ampio respiro.

È il caso di “LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore”, che vanta, tra i partecipanti, gli artisti più famosi dello scenario internazionale contemporaneo: Yayoi Kusama, Tom Wassermann, Andy Warhol, Robert Indiana, Gilbert & George, Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn,Francesco Clemente, Joana Vasconcelos.

Cosa dobbiamo aspettarci? Senza dubbio si tratta di una novità assoluta; più che di una mostra si potrebbe parlare, infatti, di un’esperienza; almeno dalle informazioni trapelate sinora. Il tema è immediato: l’amore, un sentimento innato e primordiale, atavico; ma al tempo stesso un mistero che i più grandi non sono riusciti a svelare. Qui avremo il connubio tra arte e amore, declinato dagli artisti presenti, in un percorso sensoriale e non convenzionale, ricco di stimoli visivi e sensoriali. Un amore in tutte le sue forme: casto, provocatorio, puro, voluto, rifiutato, odiato, felice, rinnegato, cercato.

L’argomento è così coinvolgente, che non ci si aspetta la passività degli spettatori: non più solo fruitori ma protagonisti attivi del percorso. I visitatori saranno, infatti, direttamente coinvolti, potendo fotografare e condividere sui social tutte le opere esposte, usando l’hashtag ufficiale #chiostrolove.

 

Immagine di copertina: Tom Wesselmann – Sunset nude (Two legs up), 2003, oil on canvas

One thought on “L’Amore al Chiostro del Bramante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...